Sunday Dec 18, 2022

72. Confessioni di un dittatore

"C’è un monte, in Corea, che si chiama Paekdu. È il monte più sacro di tutto il Paese. Ed è qui che, più di cinquemila anni fa, dal cielo discese Tangun, il fondatore della nazione coreana e il suo primo imperatore. Ed è qui che sono nato, il 16 febbraio 1942, in un’umile capanna tra gli alberi coperti di neve. Il mio nome è Kim Jong-Il". Inizia così il racconto ufficiale della nascita del secondo Grande Leader della Corea del Nord, intorno a cui ruotano storie una più incredibile ed assurda dell'altra. In questa puntata lasceremo a lui la parola e il compito di raccontare la sua storia, profondamente legata alla storia della sua nazione isolata dal resto del mondo, e alla storia del cinema, che fu la sua prima arma di conquista del potere assoluto. La puntata è un po' più lunga del solito, c'erano troppe cose da raccontare, e si ispira largamente al bellissimo libro "Una produzione Kim Jong-Il", di Paul Fisher. (Un grazie speciale a Stefano Andreoli per avercelo segnalato).

Comments (0)

To leave or reply to comments, please download free Podbean or

No Comments

All rights reserved

Podcast Powered By Podbean

Version: 20230822